Spesso si parla di fuga di cervelli in Italia. Le stime su quanto sia la perdita per il futuro del nostro Paese abbondano in rete e su ogni quotidiano che si rispetti. I Tg ogni mese con regolarità da rivista di gossip offrono un servizio con i giovani che fanno la valigia, oppure che si trovano bene all’estero ecc. Nulla di nuovo, ma esiste una realtà ben più diffusa. I cervelli scappano anche in altre nazioni. Nel decennio pre Putin, con il buon Yeltsin che dimostrava una certa passione per la vodka, e per le selvagge privatizzazioni operate da …

Spesso si parla di fuga di cervelli in Italia. Le stime su quanto sia la perdita per il futuro del nostro Paese abbondano in rete e su ogni quotidiano che si rispetti. I Tg ogni mese con regolarità da rivista di gossip offrono un servizio con i giovani che fanno la valigia, oppure che si trovano bene all’estero ecc. Nulla di nuovo, ma esiste una realtà ben più diffusa. I cervelli scappano anche in altre nazioni. Nel decennio pre Putin, con il buon Yeltsin che dimostrava una certa passione per la vodka, e per le selvagge privatizzazioni operate da …

Nelle sale del settecentesco Palazzo d’Inverno a San Pietroburgo, custode di migliaia di capolavori d’arte di tutti i tempi, il Direttore Generale del Museo Statale Ermitage Michail Piotrovsky e il presidente del Consorzio di Tutela della DOC Prosecco Stefano Zanette – presente anche il Console italiano a San Pietroburgo Luigi Estero e il Vicepresidente del Museo Statale Ermitage Vladimir Matveev – hanno recentemente firmato un protocollo d’intesa scientifico-culturale tra le due istituzioni, russa e italiana, per lo sviluppo di studi, ricerche, progetti comuni sulle storiche relazioni tra Cultura e Vino, Arte e Vino e quindi sui …

Anche chi non è un ambientalista dovrebbe conoscere, almeno di fama, un libro di facile lettura degli anni settanta (1973) Piccolo è bello di Ernst Friedrich Schumacher, considerato uno dei testi più influenti dello scorso secolo, e comunque sicuramente uno dei testi cardine dell’ambientalismo, anticipatore, in particolare, dell’economia a livello locale ed anche, massì, della decrescita.Ovvio che, appunto nell’ottica del piccolo è bello, dovrebbero essere bandite le grandi manifestazioni, per lo meno come sono oggi concepite. Ho pensato questo leggendo il terribile post pubblicato da questo quotidiano in merito al disastro ambientale causato dalle Olimpiadi …