Start-Up

Make in Bologna

Dopo Roma, Catania e Milano, il 30 gennaio Working Capital sbarca con un nuovo acceleratore anche a Bologna. La sfida? “Fare della città emiliana uno degli hub dell’innovazione su scala europea” come ci dice Salvo Mizzi, Project leader di WCAP. Una scelta tutt’altro che casuale quella del capoluogo emiliano. Come spiega Gianluca Dettori (founder di dPixel, gestore dell’acceleratore di Milano e da oggi anche di Bologna): “Bologna ha un grande potenziale per quanto concerne le startup. La Regione Emilia Romagna è la seconda in Italia in termini di numerosità di startup innovative iscritte al registro startup…

Make in Bologna

Make in Bologna

Dopo Roma, Catania e Milano, il 30 gennaio Working Capital sbarca con un nuovo acceleratore anche a Bologna. La sfida? “Fare della città emiliana uno degli hub dell’innovazione su scala europea” come ci dice Salvo Mizzi, Project leader di WCAP.

Una scelta tutt’altro che casuale quella del capoluogo emiliano. Come spiega Gianluca Dettori (founder di dPixel, gestore dell’acceleratore di Milano e da oggi anche di Bologna): “Bologna ha un grande potenziale per quanto concerne le startup. La Regione Emilia Romagna è la seconda in Italia in termini di numerosità di startup innovative iscritte al registro startup e Bologna è il cuore di questo crescente movimento. Siamo molto contenti di poter essere presenti e contribuire alla crescita dell’ecosistema di questo territorio ed aperti a collaborare in modo proficuo con i diversi attori. Da oggi la porta di Wcap Bologna è aperta e a disposizione di tutti i giovani imprenditori che vogliono provare a mettersi in gioco e intraprendere un percorso di crescita”.

Il nuovo acceleratore, 650 mq nel centro della città, nasce appunto da questa esigenza: dotare Bologna di uno spazio di lavoro e condivisione, dove fare networking, scoprire nuovi talenti e sostenere la nascita di nuove imprese.

A dare il benvenuto alla città e a presentare il progetto bolognese ci penseranno i due padroni di casa, Salvo Mizzi e Gianluca Dettori.

Una breve introduzione, prima di passare la parola agli startupper e imprenditori che, partendo da Bologna, hanno portato la loro idea e il loro business a livelli di eccellenza: Max Ciociola (founder di MusiXmatch) e Massimo Ciuffreda (founder di WiMan) solo per citarne alcuni.

La tavola rotonda che seguirà sarà poi l’occasione per discutere con la Regione e il Comune del ruolo centrale che le istituzioni giocheranno per il successo di questo ambizioso progetto.

L’appuntamento con l’innovazione è per giovedì 30 gennaio, dalle 16:30 alle 19.30, in Via Oberdan 22. Vi aspettiamo numerosi!

Info e registrazioni: link

The post Make in Bologna appeared first on Working Capital Accelerator.

Per questa notizia ringraziamo:

Working Capital Accelerator » Blog

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Make in Bologna

Make in Bologna

Post Comment