New Brevi

Smaltimento e riciclaggio dei rifiuti: di cosa si tratta

Molto spesso, soprattutto nei più grandi mezzi di telecomunicazione come la televisione o la radio, sentiamo parlare del problema dello smaltimento rifiuti nelle grandi città come Roma, Napoli, Milano e tante altre ancora. Tale problema, nasce dalla difficoltà delle aziende che si occupano della gestione dei rifiuti delle città nel gestire i rifiuti urbani di ogni famiglia.

Ad esempio, nella capitale italiana, l’azienda che si occupa di gestire i rifiuti Roma, si chiama Ama S.p.A. e da qualche anno, ha introdotto l’iniziativa della raccolta differenziata in molte zone di Roma, in modo da collaborare con i cittadini romani per raccogliere, smaltire e riciclare i rifiuti della capitale.

Ma cosa significa esattamente smaltire o riciclare un rifiuto? Molti, purtroppo non ne sono a conoscenza e proprio per questo motivo non vengono rispettati adeguatamente i secchioni della spazzatura. Di sicuro, saprete che i secchioni della spazzatura sono suddivisi in varie categorie, ad esempio il secchione della spazzatura del vetro, quello della plastica, quello della carta e cartone e così via dicendo. Ma per quale motivo questi rifiuti vengono categorizzarti? Andiamo a scoprirlo insieme.

Smaltimento e riciclaggio

Prima di queste nuove iniziative, della raccolta differenziata e della categorizzazione dei rifiuti, il rifiuti venivano raccolti tutti insieme e venivano rilasciati all’interno di una discarica. Nel tempo però, tale attività è risultata errata, in quanto i rifiuti lasciati nella discarica, producono inquinamento e quindi sono dannosi per l’ambiente e per la salute dell’essere umano.

Da qui, si è deciso di categorizzare i rifiuti, in modo da raccogliere in modo separato per poi portarli in degli impianti dove avverrà lo smaltimento e il riciclaggio dei rifiuti. Smaltire un rifiuto, significa accelerare il processo di decomposizione, in modo meccanico o in modo chimico, di un rifiuto che senza questo processo, ci metterebbe molto più tempo per biodegradarsi, con il rischio di poter creare dei danni all’ambiente.

Ad esempio, un materiale come la gomma termica, utilizzata per la creazione di pneumatici per automobili, non solo ci metterebbe oltre un secolo per biodegradarsi. Con lo smaltimento o il riciclaggio, questo processo non avverrà in quanto o verrà smaltito in poco tempo o verrà riciclato per la produzione di nuovi oggetti. Il riciclaggio dei rifiuti infatti, non è altro che il riutilizzo di alcuni componenti di un rifiuto Per la creazione di altri oggetti.