Il Colosseo cuore di Roma

Il Colosseo cuore di Roma

Il Colosseo, il cui vero nome è Anfiteatro Flavio, è il cuore dell’antica civiltà romana è sicuramente uno dei monumenti principali della città di Roma e viene preso d’assalto dai turisti di tutto il mondo che scelgono di pernottare in hotel via Nazionale come il Floris Hotel, per la sua importante posizione nelle vicinanze di quello che è considerato il monumento più bello del mondo.

Il Colosseo nel periodo antico, vista la sua magnificenza poteva ospitare fino a 70.000 persone che si riversano sulle tribune per ammirare lo spettacolo che offrivano i gladiatori e inoltre viene considerato una delle Nuove Sette Meraviglie del Mondo ed è stato dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1980.

A oggi il Colosseo risulta essere il secondo monumento più visitato al mondo subito dopo la Muraglia Cinese.

La storia del Colosseo

La nascita del Colosseo si deve alla dinastia Flavia, da cui prende il nome in particolare all’imperatore Vespasiano, che decise nel 72 d. C di iniziare i lavori di quello che doveva rappresentare la magnificenza di Roma nel mondo.

I lavori per il Colosseo furono terminati nel 80 d.C e fu inaugurato dall’imperatore Tito, che nel frattempo era succeduto a Vespasiano.

L’inaugurazione del Colosseo avvenne con dei monumentali giochi, indetti dall’imperatore Tito per celebrare la vittoria di Roma contro la tribù dei Daci.

Questo monumento era nato per ospitare le forme d’intrattenimento e allietare le giornate della gens romana, dalla classi più elevate fino al popolo.

I giochi che venivano fatti all’interno del Colosseo prevedevano: le lotte degli uomini animali feroci questo avveniva soprattutto nel caso dei condannati a morte che per provare a salvarsi la vita dovevano combattere con queste bestie fino all’ultimo sangue, anche se lo spettacolo principale era quello dello scontro fra i gladiatori.

Il nome che conosciamo oggi, quello di Colosseo venne dato durante il periodo medievale, poiché la parola latina “colosseum” stava a significare monumentale e si sposava pienamente con le dimensioni e l’importanza che aveva questo luogo per la città di Roma.

Il Colosseo che conosciamo oggi è molto diverso da quello iniziale, infatti, nel corso della sua lunghissima storia questo monumento a conosciuto numerose variazioni e ristrutturazioni, dovute soprattutto ai suoi problemi strutturali, primo fra tutti quello di una eccessiva inclinazione che poteva portare numerosi danni.

Sono stati fatti quindi diversi interventi di restauro, finanziati da enti privati e sponsorizzati da alcuni tra i più importanti imprenditori del panorama nazionale.