Made in Italy

Magneti permanenti: cosa sono e a cosa servono

Quando si parla di magneti, una prima importante distinzione va fatta tra elettromagneti, che hanno proprietà magnetiche solo temporaneamente e magneti permanenti che invece ce l’hanno in maniera costante.

magneti permanenti, prodotti dalla MPI Magneti Permanenti Industriali Srl della provincia di Milano, dopo la magnetizzazione sono in grado di creare e mantenere un campo magnetico. Solo i materiali che possono essere attratti dai magneti possono essere magnetizzati e sono chiamati ferromagnetici, come il ferro, il cobalto e il nichel, le leghe delle terre rare e la magnetite.

materiali ferromagnetici si possono distinguere in morbidi e duri: i primi possono essere magnetizzati ma lo rimangono per poco mentre quelli duri quando vengono sottoposti al trattamento adatto vedono mutare la loro struttura interna e quindi difficilmente potranno poi essere smagnetizzati.  Solo un campo magnetico intenso come quello di prima magnetizzazione, può smagnetizzarlo.

Ma come avviene il processo di magnetizzazione? Il particolare viene inserito all’interno di una bobina di magnetizzazione (bobina di Helmholtz) e sottoposto ad un campo magnetico, per alcuni millisecondi, almeno tre volte superiore al campo coercitivo jHc. Al contrario dei magneti permanenti, come si diceva, gli elettromagneti sono costituiti da un filo conduttore ed emettono un campo magnetico soltanto se attraversati da una corrente.

La “forza” di un magnete è legata al suo flusso magnetico: la direzione che assumono i dipoli magnetici all’interno dei materiali fa sì che essi siano o meno in grado di emettere un forte campo magnetico. Nei magneti permanenti tra le particelle c’è una fortissima interazione e quindi esse sono più ordinate rispetto ad altri materiali. Più sono ordinate e più sarà forte il campo magnetico che sono in grado di produrre.

I magneti permanenti diventano poi i protagonisti di tanti aspetti della vita da quella di tutti i giorni alle lavorazioni industriali. Infatti il loro uso va dalle calamite piccole e colorate che usiamo per appendere i nostri fogli di appunti sul frigorifero agli enormi super magneti utilizzati per sollevare oggetti pesantissimi di metallo.

Non solo, i magneti permanenti realizzati dall’azienda MPI Magneti Permanenti Industriali Srl, vengono usati nei motori, per scopi medici (pensiamo solo alla macchina per la risonanza magnetica), per costruire strumenti di precisione e addirittura nell’ingegneria aereospaziale.

Oggetti come i magneti permanenti rappresentano un continuo soggetto di studio e sperimentazione per la ricerca di soluzioni industriali sempre più innovative.

Post Comment