Artigianato e Industria

Abitare in una casa di legno tra comfort e risparmio

Sono sempre di più le persone che decidono di fare una scelta etica e consapevole e abbandonano il classico mattone per andare a vivere in una casa in legno. Normalmente però, a questa parola, l’associazione di idee ci porta a pensare alle classiche case prefabbricate. Anguste cellette che ricordano, più che altro, catastrofi ambientali e uno stile di vita in modalità provvisoria. Niente di più lontano dalla realtà attuale. Oggi come oggi, infatti, le case in legno vengono concepite alla luce delle nuove e più moderne tecnologie e dotate di tutti i comfort.

Esistono diverse case legno su misura, realizzate nel rispetto dei desideri del committente. Oggi si può quindi scegliere non solo di abitare in una casa che rispetta la filosofia di costruzione della bioedilizia, ma che abbiano anche un aspetto gradevole e che rispecchino i nostri gusti. Quali i vantaggi di questa tipologia di abitazioni rispetto a quelle in cemento? Lasciando perdere il discorso prettamente romantico che vede un avvicinamento sensoriale alla natura, una delle motivazioni più interessanti è senz’altro il risparmio energetico. 

La spesa per costruire una casa in legno su misura si può aggirare attorno ai 1000-3000 euro al metro quadro, dipende naturalmente dal tipo di materiali impiegato e dalla ricercatezza e cura delle finiture, diamo quindi una cifra meramente indicativa. A fronte di questa spesa però si avrà un risparmio energetico dell’80% rispetto a quello che si spende normalmente in un’abitazione di mattoni. Il legno, infatti, è un ottimo isolante termico naturale, e non c’è bisogno in questo di grandi spiegazioni.

Altra motivazione è che sono case più sicure, riescono a resistere meglio alle eventuali scosse sismiche di un terremoto. Tra le motivazioni più ovvie, invece, il basso impatto ambientale. Vivere in una casa di legno lo riduce drasticamente, soprattutto se ci si serve di legno certificato e prodotto secondo le normative.